Share This Post

Travel Risk Management

I viaggi di lavoro nel 2020 con maggiori rischi e costi per viaggiatori ed aziende

Tempo di budget, i Travel manager ipotizzano la spesa del Business Travel per il 2020: sapranno tenere giustamente conto dei maggiori rischi e dei costi che l’attuale contesto conflittuale nell’area del Medio Oriente e della Libia si sta configurando?

La situazione che si è venuta a creare tra USA e Iran inevitabilmente sta già influenzando le rotte aeree. Molte compagnie hanno comunicato che non sorvoleranno più l’area del possibile conflitto: Iraq, Iran e del golfo Persico, allungando le percorrenze e i tempi di volo. Conseguenza diretta? Aumento dei costi!

Business Travel Index

Come presentato nell’ultima convention dell’Associazione Italiana Travel e Mobility Manager dal Prof. Ascani di Format research, è possibile valutare preventivamente sulla base di specifici indicatori il “Business Travel Index” ovvero considerare la fiducia e il rischio Paese valutando i costi da tenere in considerazione in fase di budget.

Fiducia = +velocità – meno costi

L’equazione vale anche al contrario:

minore fiducia = minore velocità + maggiori costi; questa è stata ben definita anche da Stephen M.R.Covey nel suo libro “The speed of the trust”. È evidente che quando persiste un clima di sfiducia, ad esempio le compagnie aeree non si fidano di viaggiare su determinate rotte, si allungano i tempi (minore velocità), si aumentano i costi (carburante, inquinamento, tempo impiegato ecc.).

Così in aeroporto, minore fiducia significa maggiori controlli agli imbarchi, di conseguenza minore velocità e maggiori costi per il tempo e le risorse impiegate allo scopo.

L’altro aspetto molto importante è il fattore rischio Paese.

Purtroppo, abbiamo imparato che nei momenti di crisi il rischio terrorismo aumenta, sia in molti Paesi dell’Asia e dell’Africa sia in Europa. Gli hotel con forte presenza di Occidentali e siti produttivi dove lavorano le nostre aziende diventano bersagli di queste forze che si sentono legittimate all’azione armata considerato il contesto conflittuale in cui si trovano. Quindi anche qui è necessario aumentare la protezione ai viaggiatori e analizzare preventivamente città, luoghi, hotel e il contesto ambientale in continuo mutamento, a volte, anche da un giorno all’altro.

La crisi Usa/Iran creerà maggiori costi diretti e indiretti

Se non abbiamo considerato preventivamente questi costi, il risultato sarà quello di  mandare a “carte e quarantotto” il budget, mettendo in difficoltà Noi e l’azienda. Se è vero che, mai come oggi è necessario provvedere alla sicurezza dei viaggiatori, per dovere nei loro confronti, delle famiglie e per tutelare l’azienda da possibili problemi, questi sono tutti costi che in momenti di maggiore fiducia nel genere umano, si possono limitare e impiegare diversamente.

Anche svolgere queste attività è un maggiore costo aziendale, un costo indiretto legato al processo di travel management. Il processo può risentirne per diversi aspetti:

  • non essere conforme alla travel policy, che va aggiornata,
  • allungare molto i tempi delle autorizzazioni e di conseguenza l’acquisto dei voli e delle prenotazioni.

Quindi che fare? Bisogna intervenire su tutti questi punti per definire in modo efficace il work flow autorizzativo, pianificare e programmare le trasferte con maggiore anticipo di quanto fatto fino ad oggi, ed utilizzare fornitori affidabili che ci supportino nell’attività di travel security management e nella quotidianità con soluzioni innovative.


Share This Post

Ivano Gallino
Curioso di tutto ciò che mi circonda, mi piace trasferire le mie esperienze e conoscenze agli altri. Nella mia attività professionale mi sono da sempre occupato di mobility e travel. Ricoprendo diversi ruoli di responsabilità, ho sviluppato competenze nel marketing, nella gestione dei processi aziendali, nella comunicazione sui social media e nello sviluppo motivazionale delle risorse umane. Formatore iscritto all'albo professionale AIF, Associazione Italiana Formatori.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>