Share This Post

News sul Business Travel

Affitti brevi: arriva in Italia la startup israeliana Guesty

Guesty, piattaforma per property manager che semplifica la gestione degli affitti brevi, ha scelto l’Italia per inaugurare la sua terza sede fuori da Israele.

Dopo un ultimo finanziamento di 35 milioni di dollari, ottenuto dalla chiusura in primavera di un round di Serie C, Guesty, l’esordio avverrà in autunno con l’apertura dell’ufficio di Milano che impiegherà, inizialmente, 4 persone. Il round di finanziamento è stato guidato da Viola Growth con la partecipazione di Vertex Ventures, Journey Ventures, Kingfisher Investment Advisors, La Maison Compagnie d’Investissement nonché dagli investitori pre esistenti TLV Partners e Magma Ventures.

L’obiettivo della startup è quello di consolidare la propria posizione di leadership come soluzione software end to end per gestire gli affitti a breve termine. Per questo l’Italia rappresenta una scelta strategica in quanto mercato tra i più dinamici e ambiti nel settore degli affitti brevi: secondo gli ultimi dati rilasciati da Airbnb l’Italia è il quarto mercato mondiale per impatto economico diretto dopo Usa, Francia e Spagna con quasi 5,4 miliardi di euro di ricavi nel 2018 derivanti dalla sola piattaforma di San Francisco.

“L’analisi strategica realizzata da Guesty mostra l’alta redditività del business degli affitti a breve termine, con una dimensione di mercato potenziale di circa 169 miliardi di dollari – circa 151 miliardi di euro – registrati nel solo nel 2018”, ha affermato Amiad Soto, co-fondatore e Ceo di Guesty. “La costante crescita di questo mercato grazie a siti come Airbnb, Booking.com e molti altri, ha portato gli affitti brevi a raggiungere margini di guadagno superiori anche del 30% rispetto ai contratti di locazione a lungo termine. Grazie a una domanda così alta da parte dei viaggiatori, Guesty sta ricoprendo un ruolo cruciale nel supportare i property manager a gestire in modo più efficiente ed efficace la loro quotidiana mole di lavoro e, soprattutto, nel far crescere la loro attività. Questo mercato continuerà a crescere, visto l’effetto a catena di tendenze come il remote working, la sharing economy e i viaggi ormai diventati un bene di consumo più che un lusso”.


Share This Post

Informazioni di settore
Una selezione di comunicati stampa e notizie di settore nel business travel

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>