Share This Post

Business destinations

Stati Uniti, due mete da non perdersi nel prossimo viaggio

Prossimo viaggi d’affari negli Stati Uniti? Forse vale la pena approfittare di un momento di relax per vivere nuove esperienze personali e scoprire luoghi incantanti degli Stati Uniti.

Sioux Falls, nel cuore degli Stati Uniti

Se siete nel cuore d’America, Sioux Falls è una città da visitare sicuramente: è la più grande città del South Dakota,  ed è facilmente accessibile con voli dai principali aeroporti internazionali.

Creata nel 1856 sulle rive del fiume Big Sioux River, si trova sulla prateria delle Great Plains tra le Interstate 90 e 29 nella parte orientale dello stato.

La sua storia si basa sulle cascate del Big Sioux River, che si formarono 14.000 anni fa durante l’ultima epoca glaciale. La cascate hanno giocato un ruolo fondamentale attirando popolazioni di nativi quali Ho-Chunk, Ioway, Otoe, Missouri, Omaha, Quapaw, Kansa, Osage,Arikira, Dakota, Nakota e Cheyenne che vi abitarono prima dell’arrivo degli europei.

Viaggiatori ed esploratori francesi visitarono la zona nel 18° secolo.La ferrovia arrivò portando il grande boom nel 1880. Molto della crescita avvenuta ad inizio del 20° secolo fu dovuta all’agricoltura, economia di base.

La città di Sioux Falls vanta un network di oltre 70 parchi e percorsi verdi sparsi per tutta la città. Tra tutti spicca il Falls Park, creato intorno alle cascate del Big Sioux River, a nord del downtown: 26 km asfaltati sono disponibili per biking, jogging, e passeggiate, seguendo il corso del fiume e facendo un giro intorno al centro di Sioux Falls.

Oggi il parco copre 50 ettari e circa 28.000 litri di acqua cadono ogni secondo dalle cascate alte 30 metri. A breve distanza, si trova un centro cittadino vivace con musei, sculture, arte e oltre 30 i ristoranti dove gustare tutti i tipi di cucina. L’ Outdoor Campus ospita molteplici attività outdoor per l’avvistamento della fauna selvatica e attività durante l’anno, come per esempio l’osservazione delle stelle e snowshoeing. In inverno il Great Bear Recreation Park offre sci, snowboard e tubing mentre FawickPark vanta una replica del David di Michelangelo!

Sioux Falls ospita ogni estate la SculptureWalk, una vera e propria mostra outdoor di sculture e opere di artisti locali che contribuiscono a rendere più piacevole il downtown cittadino. Inoltre si organizzano ai “First Fridays” ogni primo venerdì dei mesi estivi, quando ogni negozio, associazione o organizzazione commerciale contribuisce a creare un evento.

Sulla East Bank si tengono concerti con negozi e ristoranti aperti con la musica dal vivo lungo la Phillips Avenu enel sud/centro del downtown. Il Sioux FallsJazz Fest ogni anno è un evento musicale che si tiene allo Yankton Trail Park ed attira migliaia di appassionati ad ascoltare gruppi jazz: l’evento è gratuito e quest’anno è in calendario il 21 luglio. Il 17 agosto invece al via al Sioux Falls River Fest: concerti, giochi ed attività per i bambini, food truck, tour con le canoe, artisti e fuochi d’artificio per un finale scoppiettante.

I Washington Pavilion ospitano il Kerby ScienceDiscover Center oltre a due teatri dove vengono messe inscena diverse produzioni di Broadway ed opere liriche; la South Dakota Symphony è anche la sede di gruppi di danza, oltre ad un piccolo teatro ed eventi corali. Il Visual Arts Center, sempre parte del complesso Pavilion vanta sei gallerie con esposizioni che cambiano continuamente, tutte gratuite; il WellsFargo Cinedome con il suo mega schermo di 18 mt proietta numerosi film. Negli ultimi anni sono state realizzate numerose infrastrutture state-of-the art esono sorti nuovi hotel. Il nuovissimo Denny Sanford Preier Center ha una capacità di 13.000 posti e ha ospitato spettacoli del Cirque Du Soleil e performance degli Eagles. Una città in continua evoluzione.

International Dark Sky Reserve: in IDAHO la prima riserva degli Stati Uniti

Che cos’è una International Dark Sky Reserve certificata dalla IDA (International Dark Sky Association) ?

E’ una zona terrestre pubblica o privata che possiede una qualità eccezionale o distinta di notti stellate ed ambienti notturni che sono specificatamente protetti per il loro godimento scientifico,naturalistico, educativo, culturale, patrimoniale e/o pubblico.

Le riserve consistono di aspetti fondamentali che contemplino i criteri minimi di qualità del cielo e oscurità naturale, oltre ad una zona periferica che sia di supporto al mantenimento dei cieli bui quale nucleo primario.

Le riserve si formano grazie ad una partnership di molteplici manager di terre, che riconoscano il valore dell’ambiente notturno naturale tramite regolamentazioni e pianificazione a lungo termine.

Chiarito questo singolare aspetto, un’area di oltre 3.600 kmq. nel cuore dell’Idaho negli StatiUniti del nord-ovest sono stati designati prima International Dark Sky Reserve:la CENTRAL IDAHO DARKSKY RESERVE è la prima quindi di questo genere negli USA ed una tra le sole 12 riserve esistenti al mondo.

L’importanza di questo traguardo nel movimento dei cieli bui negli USA non può essere sottostimata, riflettendo sulla complessità nelle nomine degli International Dark Sky Reserve e sul rigore delle norme protettive richiesta dall’IDA per essere qualificati.  La nomina per l’Idaho è uno spartiacque importantissimo nella storia del conservazionismo americano.

La riserva si estende da KETCHUM/SUNVALLEY a STANLEY, includendo terre delle Contee di Blaine, Custer e Elmoree la SawtoothNational Recreation Area. E’ la terza maggiore International Dark Sky Reserve del mondo. E’ stata creata non solo per la gente che ci vive, bensì per tutta la popolazione dell’Idaho e per i visitatori e turisti di tutto il mondo affinché la visitino e provino l’esperienza di una meraviglia primordiale.

Grazie al contributo dei leader locali, dei cittadini residenti che si è operato per la  riduzione dell’inquinamento dell’illuminazione, della luce artificiale che infligge effetti negativi sull’ambiente ed in una varietà di specie faunistiche,uccelli, anfibi, mammiferi, insetti ed anche piante. Il lavoro e l’impegno profuso dalle comunità di Ketchum, Sun Valley e Stanley e dalla Idaho Conservation League, dai proprietari privati e pubblici dei terreni offre oggi opportunità notevoli d’ammirare i cieli stellati in notturna, e di ammirare una finestra spettacolare dell’universo.

La IDA ha conferito alla Central Idaho Dark Sky Reserve la qualifica Gold per il livello massimo di qualità di cielo oscurato, di norma titolo che è esteso ai cieli più bui con solo una piccola percentuale di inquinamento tollerata.


Share This Post

Stefano Gnani
Sono un appassionato viaggiatore e mi piace scrivere dei miei viaggi di lavoro e piacere. Mi fermo solo quando sono davanti ad un computer.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>