Share This Post

News sul Business Travel

Trolley voli Ryanair: continua battaglia Altroconsumo

Vicenda Ryanair sui supplementi di pagamento per i trolley: con un’ordinanza resa nota oggi il Tar Lazio ha sospeso il provvedimento cautelare del 31 ottobre dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato. Non cambia la sostanza dell’azione, sostenuta da Altroconsumo, cha ha come obiettivo quello di sanare la pratica commerciale scorretta della compagnia aerea irlandese. La pratica del sovrapprezzo per i bagagli introdotta da Ryanair e operativa dal 1 novembre è fumosa e non fa capire al consumatore quale sia il costo effettivo complessivo del biglietto del viaggio.

Intanto va avanti il procedimento principale dell’Antitrust per pratica commerciale scorretta. Il Tar ha fissato un’udienza di merito per il 27 febbraio per valutare il ricorso di Ryanair contro la sospensiva dell’Autorità.

Altroconsumo è a fianco dell’Antitrust, sin da quando, a settembre scorso, aveva denunciato la pratica commerciale scorretta.
Nel frattempo purtroppo Ryanair continuerà a far pagare il bagaglio a mano a parte, come da nuova policy contestata. Altroconsumo consiglia ai viaggiatori che hanno già acquistato il biglietto di conservare le prove dei pagamenti e a chi dovesse ancora scegliere che volo comprare di confrontare con accuratezza le offerte, proprio perché a rischio. L’hub online di Altroconsumo Partiamo insieme è a disposizione di tutti per informazioni in tempo reale e consigli utili.

Commenta Ivo Tarantino, responsabile relazioni esterne Altroconsumo: “I sovrapprezzi a sorpresa sono un problema per i viaggiatori che non riescono a valutare il prezzo complessivo del viaggio e distorcono la dinamica concorrenziale tra compagnie, non essendo più possibile confrontare in modo omogeneo le offerte di tutto gli operatori. Per noi questo comportamento resta illegittimo e andremo avanti con la nostra battaglia in tutte le sedi”.

Migliaia di segnalazioni sono state raccolte da Altroconsumo e delle altre organizzazioni di consumatori europee per sostenere in Europa le ragioni e i diritti dei viaggiatori, già coinvolti nei disservizi della compagnia nel 2017 a causa del blocco massiccio dei voli.


Share This Post

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>