Share This Post

Travel management

Seminari, tavole rotonde, workshop: ecco i contenuti di BizTravel Forum 2018

Anche questa edizione di BizTravel Forum avrà un ricco carnet di contenuti: seminari, forum, tavole rotonde e workshop animeranno l’evento di riferimento per temi quali mobility, turismo, eventi, incoming e digital.

Un’attenzione particolare verrà data quest’anno, a partire dal forum di apertura, al cambiamento cui le aziende devono necessariamente andare incontro, su diversi aspetti: l’espansione e l’acquisizione di nuovi brand, la digitalizzazione, la nascita di nuove figure professionali, la gestione della mobility e l’incontro con nuovi mercati e culture.

Il forum di apertura darà il via, con una panoramica generale sull’ andamento dell’economia in Italia e sulle scelte strategiche che le aziende dovranno affrontare per il futuro, ai seminari dedicati alle nuove tendenze del settore.
È questa la direzione in cui si articola, ad esempio, la tavola rotonda sull’Hotelleriè, che esplora come e perché l’offerta tenda ad essere più variegata per offrire esperienze che superano la mera funzione del soggiorno e i servizi standard, per  adattarsi alle nuove tendenze intercettando un pubblico più attento, informato e, soprattutto, volubile nelle scelte.

E dunque: un solo marchio per una grande catena risulta “stretto”?  Il lancio di nuovi brand è funzionale alla varietà della domanda?
Se così è, la classificazione non è più legata all’assegnazione di stelle e diventa molto più ampia definendo un hotel in nuove categorie stilistiche e di appeal.

Travel designer

Di novità si parla anche nel seminario sui Travel Designer. Una riflessione tutta dedicata ad esplorare questa nuova figura professionale del settore, nata per rispondere all’esigenza di chi cerca in un viaggio un’esperienza unica. Saper ascoltare e interpretare le esigenze del cliente richiede specifiche conoscenze, creatività, competenze tecniche senza tralasciare una certa dose di psicologia.
Il viaggio su misura può diventare ispiratore per l’attività del Tour Operator? Il viaggiatore può recuperare dalla rete numerose informazioni, soluzioni, giudizi, commenti, consigli… perché dunque affidarsi ad un Travel Designer?
Spunti di riflessione per definire se Tour Operator e Travel Designer, Marketing e Psicologia, siano in contrapposizione o in sinergia tra loro, e come queste figure possano essere ancora necessarie in un mondo in cui le informazioni sono facilmente reperibili, anche per i non addetti al settore, grazie alla digitalizzazione.

La velocità del cambiamento

La soddisfazione delle esigenze del cliente è l’obiettivo ma anche il punto di partenza per le strategie aziendali della mobility. Esigenze sempre più complesse e mutevoli che rendono più arduo tenere il passo con la velocità dei cambiamenti evolutivi. Questi sono i contenuti dei workshop e delle tavole rotonde dedicati ai servizi di Business Travel, che si arricchiscono di contenuti consumer, ai programmi di loyalty per fidelizzare i clienti e alle figure dei Personal Travel Specialist, dei Tour Operator e dei network di agenzie, realtà da sempre più a diretto contatto con la clientela.

Di nuove tendenze nel settore del turismo, con riferimento al mondo del digital, si parla anche in “Bleisure e app “, dedicato al trend emergente che unisce l’esperienza del viaggio di lavoro e quella del viaggio di piacere in un’unica soluzione. La commistione tra business travel e leisure travel, è ormai una realtà in continua espansione e anche gli operatori del settore turistico si sono attivati per offrire risposte a chi cerca questo tipo di esigenza di viaggio. Anche in questo caso la digitalizzazione viene in soccorso, facilitando la fornitura dei servizi.

Evoluzione digitale nell’industria turistica

Buona parte della seconda giornata sarà dedicata all’evoluzione digitale dell’industria turistica.

In collaborazione con Netcomm Digital Travel, saranno presentate due tavole rotonde, il cui dibattito verterà sull’impatto che le tecnologie e i servizi digitali hanno sui viaggiatori e sui modelli di business delle imprese turistiche e sui loro processi e più in generale sugli individui, sulla società e sui contesti economici aprendo importanti riflessioni regolamentari.

Parlando ancora di soddisfazione della clientela e di digital, non mancherà il riferimento all’ incoming cinese e a come interagire con questa cultura e con la sua tecnologia per  offrire un’accoglienza adeguata nel nostro paese,  sia in termini di viaggio sia in una prospettiva di sviluppo commerciale e connettività tra Italia e Cina.

Nuove visioni per i servizi di mobilità aziendale

Non mancheranno riferimenti esemplificativi attraverso case history per rendere le riflessioni più comprensibili ed aderenti alla realtà operativa. Un esempio su tutti, Uvet For Leonardo, il nuovo progetto in partnership tra le due società, il cui percorso sta portando verso una nuova visione di integrazione e gestione dei servizi legati alla mobilità aziendale. Un progetto volto a sviluppare e rafforzare sempre di più il concetto di “mobility-as-a-service” , per una radicale modifica di approccio della gestione del Business Travel.

Numerosi altri spunti di riflessione saranno offerti dalla ricca area espositiva, che con i suoi più di cento stand, rappresenterà l’occasione per entrare in contatto con molte realtà dello stesso settore, ognuna con la propria esperienza, la propria visione del mercato, il proprio know – how e il proprio modo di affermarsi e al contempo evolversi a seconda dei tempi e delle esigenze.

Share This Post

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>