Share This Post

Business destinations / Travel experiences

Muoversi a Dakar, il racconto del mio viaggio business

La prima volta che sono scesa all’aeroporto di Dakar nel 2009 è stato il caldo umido e la folla di gente presente a colpirmi. Non c’era aria condizionata e una miriade di persone si accalcavano verso il controllo passaporti. Senza aria condizionata l’aria calda e l’umidità rendevano l’arrivo nel paese direi piuttosto spiacevole.

Nuovo aeroporto internazionale Blaise Diagne

Ma voi siete molto fortunati, dal 7 dicembre scorso, è stato aperto il nuovo aeroporto Internazionale Blaise Diagne (http://www.dakaraeroport.com/) e all’arrivo si sembrerà di essere ancora in Europa.  Si trova un po’ più lontano dalla città rispetto a quello precedente, ma il suo confort è considerevole. Avete diversi taxi che vi porteranno in città, ma se siete in un albergo chiedete se hanno una navetta.

Il costo corretto dall’aeroporto a Dakar è di 20.000 F CFA compreso il pagamento dell’autostrada (circa 30 €), sono circa 60 km. (pensate che me ne hanno chiesti 70 € da Malpensa a Varese e non esiste nessuna navetta che li collega.)

E’ in costruzione la ferrovia (http://investinsenegal.com/IMG/pdf/description_projet_ter-3.pdf) che collegherà il centro città all’aeroporto!

Arrivo a Dakar in questo nuovissimo aeroporto questo febbraio, mi dicono (i locali!) che l’inverno quest’anno è stato duro e fa piuttosto freddino. Io giro in maniche di camicia e di giorno si sta benissimo (dai 17° ai 25° è fantastico) … giustamente da noi l’inverno è quello vero e mi aspetta il freddo siberiano martedi’ prossimo quando dovrò rientrare.

Spostarsi a Dakar al prezzo più corretto

Un partner storico viene a prendermi all’aeroporto, il parcheggio è subito davanti e di facile accesso. Spostarsi a Dakar puo’ essere abbastanza semplice, i taxi vi cercano loro, non accettate mai il primo prezzo e se possibile mandatelo via, il seguente vi farà un prezzo corretto (sono molto attenti !) per non perdere il cliente. Bisogna conoscere un po’ i quartieri e farsi dare delle informazioni precise perché le vie e i numeri non sono proprio sempre presenti. Quindi aiuta sapere qual è il quartiere dove andate e fatevi dare un riferimento di qualcosa di riconoscibile.

Vi allego la cartina che ho fatto per il mio tassista per farmi venire a prendere così capite cosa voglio dire ehehe. Se poi lo desiderate e mi contattate in privato vi do anche il nome del mio tassista quando devo andare in luoghi che non conosco bene !

Immagine di Barbara de Siena

Come prenotare e scegliere un hotel a Dakar

Per quanto riguarda gli hotel ne esistono veramente di tutte le categorie e sta a voi capire se siete tradizionalisti (quindi solo hotel internazionali e l’offerta sta crescendo ogni giorno) o preferite tentare la carta locale.

Nell’area di Diamniadio che diventerà il polo dell’economia di Dakar, del Senegal ma cosa dico: probabilmente anche dell’intera regione sub-sahariana occidentale si stanno costruendo tante nuove strutture. Arrivando dal nuovo aeroporto ho visto a Diamniadio (la nuova città che sorgerà attorno all’aeroporto) un Radisson già funzionante e un Movenpick in costruzione …, uno dei svariati cantieri in costruzione in ogni luogo qui attorno a Dakar.

Questa volta ho testato un nuovo posto, Villa Francesca Home Restaurant tenuto da due simpaticissimi italiani che hanno deciso di trasferirsi e lavorare qui : Francesca e Giuseppe. Hanno anche alcune camere ed è stata veramente una bella sorpresa, si possono prendere anche i pasti sul posto perché Francesca propone anche un servizio di ristorazione e vende sul sito on line di Dakar : https://food.jumia.sn/restaurant/s9vn/francesca. Come vedete Dakar è uno strano miscuglio di modernità e tradizione, esiste già la consegna a domicilio su Dakar di svariati ristoranti sotto questo sito completamente Africano !

Francesca e suo marito ci hanno accolti a Dakar come a casa, le camere sono pulitissime e loro molto gentili e disponibili.  Situati in un tranquillo quartiere di villette avrete la zona dei ristoranti e della vita notturna a due passi, rimanendo in un posto tranquillo e silenzioso la notte. E poi Birillo (il loro cagnolino) fa la guarda quindi non c’è niente da temere (eh eh). Di fronte un immobile moderno ci ricorda che Dakar sta cambiando rapidamente e se si vogliono ancora cogliere determinate possibilità bisogna darsi da fare velocemente!

Le fiere business a Dakar da non perdersi

A febbraio, durante la mia permanenza, si è tenuto Sencon, 3° Edizione della fiera del settore delle costruzioni che io, « visionaria », vi avevo proposto nel 2016, con il mercato che cresce e il pubblico che si evolve è stata un bel successo. Maggiore la presenza delle aziende italiane del settore : c’è tanto lavoro in prospettiva e ce ne sarà sempre di più. Questo mi è stato ulteriormente confermato dal fatto che da Francesca ho visto passare tanti italiani che lavorano nei vari settori delle costruzioni nel settore di Diamniadio.

Altro posto interessante a Dakar è il centro commerciale Sea Plaza (https://www.facebook.com/seaplaza/about/?ref=page_internal) che si trova sulla Corniche ouest, tra la « Place du Souvenir African » (http://www.placedusouvenirafricain.sn/) con la sua splendida vista sul mare e le foto che rappresentano personaggi e personalità importanti e di rilievo e l’hotel Radisson con una splendida vista sul mare.

In questa splendida cornice ho intervistato il Dr. Vincenzo Giordano, Commercialista e uomo d’affari italiano che è venuto in avanscoperta a Dakar per svariati progetti : vi lascio ascoltare le sue prime impressioni.

Ma non potete mancare la Place de l’Indépendance, centro nevralgico e di potere della città, è vicino a tutti gli uffici pubblici, Ministeri, Palazzo della Presidenza e grand parte del lavoro e degli incontri di affari si svolgono qui attorno.

Il viaggio di ritorno e il programma di due nuove missioni

Le giornate qui sono assolutamente piene di impegni e di incontri, l’economia è vivissima e le persone sono aperte a discutere di business dalle 7 del mattino alle 22 di sera. È tempo ormai di ripartire.

Riparto per Milano sapendo che a giugno sono di nuovo qui per due missioni :

  • Dal 18 al 22 giugno 2018 – UP2gether Missione Dakar:  Costruzioni, Edilizia, Illuminazione, Arredamento & Design, Acqua, Energia, etc.
  • Dal 25 al 29 giugno 2018 – UP2gether Missione Dakar: Agricoltura, Agro-alimentare, Food

Potete anche scoprire ulteriori informazioni qui : https://www.facebook.com/pg/UP2gether/events/?ref=page_internal

Foto di Barbara De Siena

Il nuovo aeroporto AIBD mi lascia il tempo di ripensare caldamente ai giorni passati qui e alle possibilità che questi nuovi mercati possono offrire alle nostre aziende e sorrido placidamente. Un signore elegantissimo passa e mi sorride a sua volta, qui è facile stare bene. Le persone sono molto gentili e affabili. Mi godo queste due ore di attesa gustando il buffet libero della Sala Vip lavorando e telefonando in tutta serenità fino alla partenza per Milano.

Ciao Dakar, ci vediamo a breve!

 

 


Share This Post

Barbara de Siena, italiana di origine, si trasferisce a Parigi da adolescente e, impregnandosi della mentalità francese ed internazionale che trova nella capitale, acquisisce alla perfezione l’uso e la padronanza della seconda lingua. Nazionalità, religioni e colori diversi pongono le prime basi del lavoro di internazionalizzazione che traccerà tutta la sua storia professionale. Responsabile della Delegazione Italiana del Primo Africa SMB Forum a Casablanca, "business meeting internazionale su Interconnettere e finanziare le PMI per l’occupazione e la crescita inclusiva in Africa" all’inizio del 2014 e nell’accompagnamento delle aziende che vogliono fare i primi passi in questi nuovi paesi emergenti. Potete seguirla anche su www.up2gether.com e www.linkedin.com/in/barbaradesiena/

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>