Share This Post

Travel curiosity

Macro Trend del Travel 2018: chi spende di più nel mondo e chi usa la tecnologia per pagare i viaggi

Questa volta è VISA Global Travel a dire la sua. Con la sua indagine periodica, affronta alcune delle tematiche più dibattute di questi tempi nel settore dei viaggi: tecnologia, destinazioni e metodologie di pagamento. Vediamo insieme alcuni elementi emersi in questa indagine:

I viaggi si accorciano: la media globale è ora di otto notti, rispetto le 10 notti nel 2013.

Più viaggi all’estero: le persone hanno in programma di fare più viaggi in futuro, da una media di 2,5 viaggi negli ultimi due anni a 2,7 viaggi nei prossimi due anni.

La tecnologia aiuta alcuni viaggiatori a navigare meglio nelle loro destinazioni: l’88 percento dei viaggiatori ha ottenuto l’accesso online all’estero. Quasi la metà (44%) usa app di condivisione del giro per spostarsi una volta che sono a terra.
I viaggiatori, inoltre, utilizzano sempre più la tecnologia per pianificare i propri viaggi e navigare nelle loro destinazioni: l’83 percento dei viaggiatori ha utilizzato la tecnologia per questo scopo nel 2017 rispetto al 78 percento del 2015. Tuttavia, la maggior parte di essi è ancora decisamente analogica quando si tratta di effettuare pagamenti a livello internazionale.

Multi-destinazione: l’11 percento del viaggio globale include visite a più paesi.
Il Giappone, gli Stati Uniti e l’Australia sono i paesi più visitati: il Giappone ha superato gli Stati Uniti come la destinazione più popolare per i viaggiatori globali negli ultimi due anni. Le preferenze regionali prevalgono, tuttavia, con i viaggiatori nella regione del Pacifico asiatico che si appoggiano pesantemente verso il Giappone come destinazione di viaggio. I viaggiatori americani preferiscono l’Europa continentale, anche se anche Messico, Canada e Giappone sono molto desiderabili.

Chi spende di più!  gli arabi sauditi sono i migliori spender quando si tratta di ciò che i viaggiatori spendono per i loro viaggi, compresa la fase di prenotazione e le spese a destinazione, con cinesi, australiani, americani e kuwaitiani che completano i primi cinque.

Big Spenders: il viaggiatore medio in media spende US $ 1.793 per viaggio.

La ricerca completa è disponibile nel sito VISA  – clicca su questo link Global Travel Intentions Study


Share This Post

CEO, consulente e formatore senior con alle spalle trent’anni di esperienza maturati in prima linea in aziende top player del settore dei viaggi d’affari e della logistica internazionale. Dal 2017 direttore editoriale del Magazine Travel for business, una pubblicazione specializzata nei temi della gestione e organizzazione dei viaggi di lavoro e degli affari in viaggio. Travel for business diventa così il primo luogo, autentico e indipendente, per condividere esperienze nel business travel e mobility management in ottica di “cultura partecipativa”.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>