Share This Post

Non categorizzato

Sostenibilità e trend del mercato degli eventi

Ieri al centro Copernico di Torino, si sono analizzati diversi aspetti degli eventi aziendali, BtoB e BtoC, ma con un Focus ben preciso all’evento sostenibile.

Considerata una pratica più costosa da parte di molte aziende Italiane, la sostenibilità è stata poco praticata. Così i “green eventi” in realtà, in Italia non sono mai decollati. Anzi negli anni più duri della crisi, sono addirittura diminuiti quasi a segnare il loro completo abbandono. on è stato così per le organizzazioni internazionali, soprattutto quelle del comparto biomedico che hanno fatto della sostenibilità una bandiera, premiando agenzie, location e strutture in grado di organizzare e ospitare tale eventi.

Lasciare in eredità qualcosa di speciale

La volontà di lasciare alle città, ai luoghi ospitanti delle “legacy”, come abbiamo constatato dai casi presi ieri in esame, sono state esperienze molto emozionanti per i tutti i partecipanti all’evento. Il partecipare attivamente alla costruzione di qualcosa di reale, di vero, diventa un ricordo che viene conservato nel tempo, rendendo unico l’evento stesso.

Un’opportunità di business per le città

Molte città hanno raccolto questa opportunità, per sviluppare nuovo business. Soprattutto le città del nord Europa, Göteborg, Copenaghen, Glasgow  occupano le prime tre posizioni della speciale classifica GDS – Index Destination Ranchings.

Attenendosi al protocollo dato per città sostenibili, possono certificare l’evento come tale al committente. A queste pratiche di sostenibilità, credono in primo luogo le municipalità, che mettono a disposizione di tutti, cittadini e non, accessibilità facilitata e servizi pubblici efficienti ed ecologici. Di conseguenza, collaborando, le realtà economiche locali come hotel, centri congressi, trasporti privati e  servizi di catering,  mettono in atto tutto quanto necessario per diminuire l’impatto ecologico dell’evento.

Purtroppo non vi è traccia di nessuna città italiana in questa classifica, c’è da sperare che non si voglia ancora una volta perdere l’occasione di attrarre meeting e congressi, perdendo una forte ricaduta economica su tutto il territorio, per la mancanza di attenzione e investimenti ormai resi necessari per la salvaguardia della salute quotidiana e attesi da tempo da noi cittadini.

Una nota positiva in chiusura è stata data. Il mercato degli eventi è in ripresa, molte aziende giudicano l’evento un investimento importante per il brand e i prodotti, più della pubblicità tradizionale.

Anche se la scelta della sostenibilità è ancora legata alla sensibilità del decisore aziendale più che alla politica dell’azienda stessa.


Share This Post

Ivano Gallino
Curioso di tutto ciò che mi circonda, mi piace trasferire le mie esperienze e conoscenze agli altri. Nella mia attività professionale mi sono da sempre occupato di mobility e travel. Ricoprendo diversi ruoli di responsabilità, ho sviluppato competenze nel marketing, nella gestione dei processi aziendali, nella comunicazione sui social media e nello sviluppo motivazionale delle risorse umane. Formatore iscritto all'albo professionale AIF, Associazione Italiana Formatori.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>