Share This Post

Non categorizzato

5 consigli utili per farsi apprezzare in azienda

Quante volte abbiamo pensato: “non sono ancora riuscito a far comprendere alla mia azienda quanto valgo” oppure “quando parlo sembra che ciò che dica non interessi a nessuno… devo trovare il modo di far capire agli altri ciò che voglio”.

Eppure sappiamo di avere talento, le capacità e le conoscenze per affrontare l’argomento in discussione, l’intelligenza per trovare soluzioni creative a problemi contingenti, ma non riusciamo ad affermare le nostre idee ed essere apprezzati.

A volte poi succede, ed è la cosa che ci dà maggior fastidio, sentire le cose da noi dette, venire riprese e riproposte da altri divenendo le soluzioni tanto ricercate ed apprezzate dall’azienda con conseguenti riconosciuti meriti, si, ma alla persona sbagliata.

Che fare allora per fare emergere la nostra personalità? Il me stesso pubblico?

I 5 consigli per far emergere la propria personalità

Primo consiglio: inizia a vedere te stesso come vorresti ti vedessero gli altri.
Il primo estimatore di te stesso devi essere tu. Difficilmente sarete apprezzati da gli altri se già voi non vi stimate! Cercate di piacere a voi stessi rimanendo coerenti con ciò che dite e ciò che siete. Essere coerenti è determinante nella comunicazione per sostenere quello che diciamo con il messaggio verbale e quello che comunichiamo con il messaggio non verbale. Non uscite di casa se non siete a vostro agio, se non vi sentite a posto e in ordine. Sentirsi a disagio o fuori posto in una riunione ci mette automaticamente in una situazione di imbarazzo e di subalternità facendo apparire le cose che diremo a colpa del nostro subconscio meno importanti.

Secondo consiglio: non parlate a sproposito e fuori contesto.
Non abbattiamo le barriere della timidezza con battute o atteggiamenti inappropriati, nemmeno significa diventare tristi e silenziosi, ma dosare l’intervento in funzione del contesto. Essere sorridenti e umoristi è un fattore positivo ma non si deve mai diventare spiritosi o addirittura volgari. Per riuscire ad essere perfetti nel nostro intervento verbale ovvero dire la cosa giusta al momento giusto, bisogna saper ascoltare gli altri in modo attivo e partire dal presupposto che tutti hanno da dire una cosa interessante, compresi noi.

Terzo consiglio: arrivate sempre preparati.
Non si deve mai lasciare nulla al caso o all’improvvisazione. Studiare, verificare, immaginare prima, simulando l’incontro i possibili interventi le possibili obiezioni dei partecipanti, essere certi delle tesi che sosterremo sarà di aiuto e di supporto al nostro atteggiamento e farà trasparire sicurezza. Potremo così, forti della nostra preparazione sostenere con assertività la nostra posizione, evitando atteggiamenti remissivi (scarsa valutazione dell’io) o aggressivi (scorciatoia che viene adottata quando non si hanno sufficienti argomenti a sostegno)

Quarto consiglio: curate il vostro Brand.
Scrivete e sostenete le vostre idee sui gruppi e sui social professionali. Il confronto aiuta a rimanere aggiornati, sviluppa le conoscenze a ci fa conoscere diverse realtà ed esperienze utili e simili alle nostre. Gestire e curare il nostro brand significa far vedere agli altri e farsi percepire così come vogliamo veramente essere visti. Creiamo un nostro stile comunicativo, cerchiamo di essere riconoscibili ed affidabili nei confronti di chi ci segue. Cerchiamo di diventare un punto di riferimento indispensabile. Chi lascia il segno si distingue dalla massa!

Ultimo consiglio in questo breve elenco di cose essenziali da mettere in pratica per farsi apprezzare è un invito ad eliminare le credenze limitanti che hanno fino ad oggi bloccato lo sviluppo del potenziale a nostra disposizione. Tutti abbiamo talento e potenziale inespresso che possiamo fare emergere. Quindi se vogliamo veramente cambiare la nostra posizione in azienda essere valorizzati per quello che siamo, dobbiamo lavorare sodo su noi stessi e i risultati arriveranno di conseguenza.

….Vale anche per i Travel Manager emergenti!


Share This Post

Ivano Gallino
Curioso di tutto ciò che mi circonda, mi piace trasferire le mie esperienze e conoscenze agli altri. Nella mia attività professionale mi sono da sempre occupato di mobility e travel. Ricoprendo diversi ruoli di responsabilità, ho sviluppato competenze nel marketing, nella gestione dei processi aziendali, nella comunicazione sui social media e nello sviluppo motivazionale delle risorse umane. Formatore iscritto all'albo professionale AIF, Associazione Italiana Formatori.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>