Share This Post

Travel curiosity

Vogliamo permettere ad ogni essere umano il sogno di volare

Forse dal titolo si intuisce già la grande ambizione della società tedesca Volocopter, che nel luglio del 2017 ha stipulato un accordo finanziario di oltre 25 milioni di euro con l’azienda automobilistica Daimler di Stoccarda, l’investitore tecnologico Lukasz Gadowski di Berlino e ulteriori investitori per dare vita al sogno di molte persone.

Volocopter conquisterà il mercato dei taxi: aerei sicuri, silenziosi ed ecologici, adatti per il trasporto di due passeggeri, che rivoluzioneranno la mobilità nelle metropoli.

La Volocopter già nel mese di giugno aveva vinto il primo posto nel settore internazionale per il primo progetto pilota che prevede l’inclusione di taxi d’aria negli spazi urbani. E ieri  Volocopter, insieme all’ “Autorità stradale e trasporti” (RTA) a Dubai, ha condotto le prime dimostrazioni di taxi volante senza pilota. Entro il 2030 Dubai effettuerà il 25% del suo trasporto passeggeri con l’aiuto di mezzi di trasporto autonomi.

Le aziende automobilistiche sono particolarmente interessate alla mobilità del futuro, ad esempio nella guida autonoma o nella mobilità elettrica. L’investitore Daimler è quindi un partner strategico molto prezioso per Volocopter: “Siamo leader mondiali nello sviluppo di velivoli elettrici VTOL”, afferma Reuter, amministratore delegato di Volocopter “e per farlo in futuro siamo molto contenti della partecipazione del leader mondiale nelle automobili”.

Insieme ai suoi partner, Volocopter utilizzerà i nuovi fondi per espandere ulteriormente le innovazioni tecniche e il suo ruolo pionieristico all’interno di questa industria emergente. Il piano è quello di sviluppare ulteriormente la Volocopter fino alla maturità della produzione e la concessione commerciale attraverso le autorità aeronautiche di tutto il mondo. Tra gli altri, sono previsti programmi estesi di voli di prova per questo scopo. Al fine di accelerare i progressi, è previsto l’impiego di ingegneri aggiuntivi specializzati nello sviluppo di sistemi di volo, software e propulsione elettrica, nonché lo sviluppo della funzione commerciale.

Chi sarà il primo a volare?


Share This Post

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>