Share This Post

Travel management

Qual è il business system del travel?

Le evoluzioni tecnologiche, la nuova intelligenza artificiale, così come i comportamenti dei consumatori hanno modificato il modo di vendere e acquistare i viaggi. La Travel Industry sembra essere più complessa, ma nello stesso tempo i contenuti e le personalizzazioni sembrano crescenti.

I viaggiatori, oggi, possono ricercare tariffe, servizi e soluzioni da una grande quantità di canali, diretti e on line, anche se non sempre è facile comprendere le differenziazioni e le veri fonti.

Un tema, questo, affrontato anche durante il convegno Digital Mice che si è tenuto a Milano lo scorso settembre e che ha visto tra gli ospiti e relatori Davide Rosi di BCD Travel Italy. Rosi ha realizzato per la platea una sintesi perfetta del sistema distributivo attuale, approfondendo il Business system del travel e le sue specializzazioni.

Le cinque fasi del Travel

Nei Business system ritroviamo ad esempio i grossisti, le centrali d’acquisto, gli assemblatori.

Rosi ha spiegato che alla base c’è una fase di produzione che determina effettivamente chi possiede gli assett di quella particolare industry.

La seconda fase è quella degli assemblaggi; nel turismo si parla generalmente di tour operator.

Successivamente la fase di consolidatori, cioè  quelli che non hanno asset di base ma raggruppano per specializzazioni verticale tutti gli asset per portarli alla distribuzione

Infine c’è la fase di distribuzione, la fase di un business system che arriva al consumatore finale, indipendentemente che sia un cliente corporate (Azienda) o btc (Privato). Rosi si è soffermato nel spiegare la differenza tra agenzie di viaggio e olta: “quando si parla di on line travel agency si dovrebbe parlare di re intermediazione o meglio di evoluzione della distribuzione”. In pratica si tratta della capacità di qualche soggetto di mettersi alla fine di un business system e portarli al mercato finale.

Le specializzazioni del Travel

Durante il convegno si è discusso delle specializzazioni del travel evidenziando che queste possono essere molto particolari e diverse tra loro:

  • business travel,
  • turismo outgoing,
  • incoming,
  • mice,
  • turismo sportivo,
  • religioso e
  • altre nicchie

Si differenziano sostanzialmente per professionalità e per processi di lavoro.
Ad esempio le professionalità per organizzare un business meeting sono diverse da quelle che si ritrovano nel turismo leisure. Stessa considerazione vale anche tra turismo outgoing e turismo incoming: per realizzare un progetto di sviluppo Paese Italia bisogna ragionare diversamente dal quello che invece si concentra ad incrementare la vendita delle vacanze degli italiani.

Le nuove forme di business nel settore del travel

L’analisi si completa con l’evidenza dei comparatori, che riescono a lavorare su ogni fase della filiera. In modo trasversale vanno a prendere i prezzi e soluzioni nelle fasi di produzione, assemblaggio, distribuzione ecc…e la mettono a disposizione del consumatore finale.

Se vuoi ascoltare gli altri interventi, clicca qui

 


Share This Post

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>