Share This Post

Travel curiosity

Le nuove tendenze ed esperienze per i viaggiatori d’affari del futuro.

A giugno 2017 si terrà a Dublino il Future Travel Experience Europe che illustrerà le migliori tecnologie e tendenze che modelleranno l’esperienza di viaggio sia a terra che in volo.

Ad anticipare l’evento in l’Italia è stata la testata on line  TravelOpenDaily  che spiega come il Future Travel Experience di Dublino sia l’unico evento-conferenza paneuropeo dedicato per intero alla passenger experience nel trasporto aereo.

Nella quarta edizione del Future Travel Experience Europe 2017 più di 800 operatori del settore turistico e dei servizi end to end, potranno confrontarsi e collaborare per prepararsi alle tecnologie che modelleranno l’esperienza di viaggio del futuro. Anche l’ambiente dell’evento è stato strutturato per creare cooperazione e co- creazione e sarà un’opportunità vivace per affrontare le nuove sfide offerte dai progressi in ambito mobile, dalla tecnologia indossabile alla robotica, dall’intelligenza artificiale alle analisi avanzate.

Nuovi servizi ancillary per le esperienze dei viaggiatori d’affari

Ormai i dispositivi digitali accompagnano ovunque i viaggiatori d’affari  e questo ha portato inevitabilmente i provider ad abbracciare nuove opportunità che si possono realizzare sia in fase di scelta di un volo aereo, sia durante un volo.In pratica i fornitori stanno lavorando per offrire ai viaggiatori un’esperienza olistica, in grado di poter continuare l’esperienza di viaggio anche in viaggio, magari prenotando dal proprio sedile dell’aereo il ristorante, qualche intrattenimento nel paese di destinazione, oppure un servizio di trasporto tipo taxi o acquisto d’abbigliamento. Significa che le nuove piattaforme diventeranno un’ importante continuità di contatto con i viaggiatori e tutto l’ecosistema di viaggio si tradurrà in una nuova fonte di reddito dove, in modalità self service e on demand, i viaggiatori potranno ordinare prodotti e servizi costantemente.

Delta e American Airlines sono tra le prime compagnie aeree che stanno abbracciando i canali digitali per aumentare i loro ricavi a bordo. Ma c’è già chi è andato oltre: China Eastern, ad esempio, con il servizio “In-Flight” permette di acquistare articoli duty free attraverso lo schienale del sedile.
Mentre AirAsia è impegnata a diventare la prima compagnia aerea digitale asiatica, proiettata ad aumentare i ricavi accessori (ancillary) di oltre il 20 per cento. Infatti la LCC ha recentemente stipulato un accordo con Inmarsat per la connessione WiFi ad alta velocità in volo e l’acquisto del 50 percento di Touristly, specializzata nella vendita di biglietti e intrattenimento e accomodation sulle destinazioni.

Viaggiare in aereo per lavoro sarà sempre più digitale

Sono diverse le compagnie aeree che si stanno rendendo conto che la vendita al dettaglio tradizionale in volo non ha più molto senso. E che si possono creare maggiori opportunità con i nuovi flussi di ricavi digitali diventando rivenditori digitali.

Nei progetti di digitalizzazione si distingue Lufthansa annunciando che fornirà ai suoi 20.000 assistenti un iPad minis. Utilizzando l’applicazione “Lufthansa crewFlight”, l’equipaggio di cabina potrà accedere a informazioni come i piani di posti a sedere e le informazioni sui passeggeri. Il progetto è parte di un importante programma di trasformazione denominato “OPSession”, che mira a digitalizzare ulteriormente le aree operative di Lufthansa, SWISS e Austrian Airlines.

Air New Zealand ha invece avviato una prova utilizzando HoloLens di Microsoft per esplorare l’impatto che la tecnologia potrebbe avere sul servizio in volo. HoloLens è un dispositivo che consente all’utente di interagire con contenuti digitali e con gli ologrammi nel mondo reale che lo circonda; la sperimentazione sta esplorando il modo di supportare l’equipaggio aggregando e mostrando informazioni chiave del cliente – passeggero.

Guarda il video per scoprire di più!

Anche le evoluzioni nel campo della biometria saranno incredibili. Maryssa Miller, responsabile del commercio digitale di JetBlue ha affermato che la biometria cambierà il modo di viaggiare, e sostituirà diversi passaggi ad iniziare da quelli dell’imbarco. La biometria svolgerà un ruolo sempre più importante per l’esperienza di un viaggio più sicuro e senza interruzione di continuità.

Per saperne di più su Future Travel Experience Europe 2017 clicca qui


Share This Post

CEO, consulente e formatore senior con alle spalle trent’anni di esperienza maturati in prima linea in aziende top player del settore dei viaggi d’affari e della logistica internazionale. Dal 2017 direttore editoriale del Magazine Travel for business, una pubblicazione specializzata nei temi della gestione e organizzazione dei viaggi di lavoro e degli affari in viaggio. Travel for business diventa così il primo luogo, autentico e indipendente, per condividere esperienze nel business travel e mobility management in ottica di “cultura partecipativa”.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>