Share This Post

Travel management

Programmi di fidelizzazione, le opinioni dei Millennians

Più divertimento che vantaggi economici. Uno dei risultati più significativi del rapporto “Customer Loyalty & Beyond” realizzato da Colloquy che esprime come i Millennials siano una “razza” assai diversa, rispetto alle altre categorie di consumatori, nel considerare i programmi di fidelizzazione dei fornitori di servizio .

Gioco in viaggio

Ecco i risultati salienti:

Il 25% dei Millennials  ha affermato che ha scelto un programma di fidelizzazione perché offriva l’accesso a specifici eventi per soli soci.

Il 40% dei Millennials ha scelto un programma di fidelizzazione perché offriva condizioni speciali riservate solo ai soci.

Il 63% dei Millennials ha, inoltre, affermato che  un programma di fidelizzazione è importante quando supporta le sue preferenze per migliorare lo stile di vita, come ad esempio i programmi di benessere, gli sforzi nella sostenibilità o per organizzazioni no profit,  contro il 53% del Gen X’ers ​​(35-50) e il 46% dei baby boomers (51 e oltre); una differenza del 16% e 27%

I Millennials hanno idee radicalmente diverse rispetto al resto delle “generazioni” ma non sopportano di essere presi in giro quando provano cose nuove.
milleninInfatti  il 49% dei Millennials ha smesso di usare un programma di fidelizzazione, dopo aver ricevuto comunicazioni irrilevanti; una differenza del 24% rispetto i restanti consumatori.  E il 18% ha smesso di partecipare ad un programma perché non era disponibile un’ applicazione smartphone; una differenza del 33% rispetto agli altri.

Se però il  programma di fidelizzazione ha anche caratteristiche di gioco, dove competizione si mischiano agli elementi sociali, comunitarie e di classifiche, il 27% ha deciso di continuare a partecipare al programma, rispetto al solo 7% dei baby boomer.

 

Cosa fare per fidelizzare i Millennials?

Semplice, è necessario costruire delle relazioni prima di vendere qualcosa. Un impegno, più che una semplice tattica di vendita percepita troppo aggressiva, che fa vivere loro l’esperienza con il prodotto; condizione per costruire una relazione costante e a lungo termine.

È necessario, inoltre, utilizzare contenuti interessanti e accattivanti che consentano di mantenere il dialogo anche in ambienti Social. I contenuti coinvolgenti sono il primo passo per interessare i clienti al di fuori del cosiddetto ciclo d’acquisto, curando costantemente la presenza su differenti Social e piattaforme web.

Infine, capire lo stile di vita, investendo nella comprensione dei clienti, anche attraverso il sostegno per diventare parte integrante del loro modo di vivere.

 

 


Share This Post

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>