Share This Post

Travel curiosity

Chi sono i viaggiatori Millennials?

La Generazione Millennials è una categoria apparsa recentemente  per identificare il segmento di mercato costituito da persone nate verso la fine del secolo scorso, che hanno raggiunto la maggiore età dopo l’anno 2000, e che quindi sono giovani, e molto spesso già con una posizione lavorativa stabile e consolidata che li porta a essere, oltre a potenziali clienti leisure insieme alle loro famiglie o ai loro amici, anche clienti business, ovvero che viaggiano primariamente con motivazioni connesse allo svolgimento di un’attività lavorativa.

 

Come si differenziano i Millennials?

I Millennials hanno alle spalle molte più esperienze di viaggio e di soggiorno rispetto alle passate generazioni, gli appartenenti alla Generazione Millennials sono però clienti molto esigenti, che quando vogliono qualcosa, lo pretendono perfetto e soprattutto molto velocemente.

 

Gli alberghi dei Millennials

Una prima spaccatura  rispetto alle generazioni precedenti riguarda la definizione di qualità alberghiera, che ha sempre meno a che fare con il concetto di “lusso” nel senso più tradizionale del termine, ma che si declina in un concetto di ”elegante informalità”, che sta a significare la ricerca e l’attribuzione di valore a esperienze che si concretizzano nella possibilità di soggiornare in strutture che offrono servizi efficienti, in ambienti dalle atmosfere creative, innovative e accattivanti, all’insegna del design e delle percezioni sensoriali, dove le camere sono sempre più comode, funzionali e tecnologiche, e gli spazi comuni multifunzionali, da poter usare per socializzare o approfittare dei momenti di relax per divertirsi, ma anche incontrare persone in meeting informali e lavorare comodamente senza doversi per forza chiudere in camera.

 

Servizi di Ristorazione

Anche per quanto riguarda il servizio di ristorazione, sono preferiti dai Millennials  se comprende la possibilità di avere menù che rispondono agli specifici stili alimentari che questo segmento di persone sta adottando con sempre maggiore frequenza nella vita di tutti i giorni, all’insegna dell’attenzione per la propria salute e benessere. Inoltre sono richiesti servizi di ristorazione decisamente più flessibili negli orari, che devono poter per esempio consentire il tempo per la pratica dell’attività sportiva preferita dopo il lavoro, o un’esperienza turistica alla scoperta della città che stanno visitando e delle sue attrazioni.

 

Più esperienze per la generazione Millennials

I turisti appartenenti alla Generazione Millennials desiderano tendenzialmente coniugare esperienze turistiche al soggiorno lavorativo, e spesso allungano addirittura la permanenza in albergo se percepiscono questa specifica possibilità. In questo contesto apprezzano molto la costante ricezione di informazioni da parte dell’albergo sulle opportunità di visita, di svago e di intrattenimento, previste non solo dalla struttura stessa, ma soprattutto dalla località nella quale soggiornano. Informazioni che, per comodità e abitudine, preferiscono ricevere sui device che utilizzano abitualmente: smarthphone e tablet PC, con i quali sono costantemente connessi a Internet.

 

Come prenota i viaggi la Generazione Millennials

Per reperire informazioni sulle caratteristiche e sulle offerte degli alberghi, e successivamente per procedere alla prenotazione, gli appartenenti a questa categoria di clienti, soprattutto se il soggiorno ha come motivazione principale il lavoro, usa quasi esclusivamente il canale Internet, e le diverse opzioni di prenotazione: o gli intermediari on-line, come le On-line Travel Agencies, o il booking engine presente sul sito dell’albergo, che senza ombra di dubbio rappresentano le soluzioni più comode e veloci, mentre raccolgono le informazioni e suggerimenti per decidere la struttura dove soggiornare soprattutto attraverso le recensioni presenti su siti specializzati, come Tripadvisor, oppure attraverso i social network di appartenenza, preferendo quelli che si basano sulla condivisione delle fotografie, in particolare Instagram e Pinterest.

 

Social Networks

Rispetto ai loro genitori, gli appartenenti alla Generazione Millennials usa infatti i social network in modo molto più spontaneo, abituale e regolare, soprattutto per condividere ogni tipo di esperienza vissuta, qualsiasi sia il contesto o il momento, e questo vale anche per il livello di soddisfazione percepito durante il soggiorno in albergo per ragioni di lavoro.


Share This Post

Federico Belloni
Consulente senior specializzato nello sviluppo di progetti di marketing turistico e alberghiero strategico e operativo, con un’esperienza internazionale di più di 15 anni, ed è fondatore e Direttore del network di consulenti TSM Consulting - Trend Strategy & Marketing in Tourism (www.tsmconsulting.it). È consulente dell’UNWTO (United Nations World Tourism Organization) e docente di marketing turistico e gestione alberghiera all’Universitat de Barcelona (Spagna).

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>