Share This Post

Travel tips

Posto aereo assegnato… posto non rispettato

Un lungo viaggio in aereo vi aspetta. I bagagli sono stati preparati con cura, i documenti di viaggio sono stati tutti ricontrollati più di una volta, il visto è in regola e avete effettuato già on line l’assegnazione del vostro posto. Peccato che, al momento di sedervi in aereo,  vi accorgete che la poltrona che avevate scelto è già occupata da un altro passeggero. Come è possibile che la compagnia aerea abbia fatto questo errore? In realtà ci sono diversi motivi che possono portare ad un cambio di posto già assegnato.

Innanzitutto è possibile che il vostro posto sia stato ceduto ad una famiglia con bambino e che sia stato necessario spostare uno o due passeggeri.  Oppure per la presenza di autorità, che per questioni di sicurezza, abbiano portato a occupare determinati posti. O ancora che ci siano passeggeri con problemi di mobilità o bambini non accompagnati.

I motivi  possono essere molteplici e la compagnia aerea predispone il cambio del posto tutte le volte che lo ritiene necessario per questioni di sicurezza e sostenibilità.

Tuttavia ci sono ragioni anche di carattere tecnico che determinano il cambio del posto. Tra questi ad esempio il blocco dei sistemi aeroportuali che obbligano gli addetti al check in di effettuare delle assegnazioni manuali, oppure, come spesso accade, il cambio di aeromobile dove il nuovo velivolo ha una diversa numerazione o disposizione dei posti rispetto il precedente.

Un ultimo caso riguarda il bilanciamento dell’aereo. Grazie a programmi sofisticati è possibile che, su indicazione del comandante, venga chiesto ai passeggeri di ridistribuirsi quando un volo non è particolarmente pieno e consentire un’ottimale bilanciamento dell’aeromobile in volo.


Share This Post

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>